Top 10 similar words or synonyms for zogolli

bajram    0.622196

delvina    0.615056

frashër    0.614174

toptani    0.613050

enver    0.612989

momin    0.602725

talat    0.602333

barzani    0.600707

hoxha    0.599747

gjirokastra    0.595172

Top 30 analogous words or synonyms for zogolli

Article Example
Zog I di Albania Oltre che ministro dell'Interno da marzo a novembre del 1920, dal 1921 al 1924 e nel 1925, Zogolli fu anche primo ministro dal 1922 al 1924, ministro della guerra nel 1925, generale e comandante in capo delle forze armate albanesi dal 1921 al 1922 e governatore di Scutari dal 1920 al 1921. Una rivolta promossa da forze di sinistra e guidata da monsignor Fan Noli, fondatore della Chiesa ortodossa albanese, costrinse Zogolli all'esilio nel giugno del 1924. Il governo Noli non ricevette l'appoggio, oltre alle dichiarazioni di facciata, né dalla Francia, né dall'Italia. Mussolini, anzi, finanziò segretamente il ritorno di Zogolli in Albania, anche favorito dai tradizionalisti musulmani e dall'intervento di reparti dell'esercito zarista, riparati in Jugoslavia in seguito alla Rivoluzione d'ottobre.
Zog I di Albania Ahmet Zogu nacque nel villaggio di Burgajet nei pressi di Burrel, nell'attuale distretto di Mat nel nord-est dell'Albania, all'epoca sotto il dominio dell'Impero Ottomano, da Xhemal Pasha Zogolli, un "bajraktar" musulmano ("capo tribù di montagna") e da Sadijé Toptani. Il cognome Zogolli, in cui vi è il suffisso turco -olli (-oglu), che significa "figlio di", fu cambiato da Ahmet in Zogu, che in lingua albanese significa "uccello". La sua famiglia, che sosteneva di discendere dal casato degli Skanderbeg, tramite i Toptani, era di nobiltà tribale, ma anche feudale (beylik) con feudo sulla provincia di Mati.
Zog I di Albania Il trattato di Londra del 1913 aveva imposto un regime democratico all'indipendente Albania e a Zogolli fu sufficiente candidarsi nel proprio circondario per divenire deputato e fare una rapida carriera, sostenuto dai colleghi latifondisti "bey", ma anche da famiglie nobili del nord, insieme con mercanti, industriali e intellettuali, per i quali lo status di ex-ufficiale dell'esercito austro-ungarico offriva garanzia di cultura e competenza. A meno di trent'anni Zogolli divenne ministro dell'interno e si servì dei poteri della carica per allargare la cerchia degli amici e perseguitare quella dei nemici, i quali tentarono di assassinarlo, nel 1923, quando fu ferito da un colpo d'arma da fuoco, in Parlamento.
Fan Stilian Noli Nel 1924 guidò la rivoluzione democratica albanese dopo la quale divenne primo ministro dell'Albania da giugno a dicembre 1924 dello stesso anno, quando la rivoluzione fallì per la reazione di Ahmed Zogolli, un leader locale della regione del fiume Mat, sostenuto dal Regno di Jugoslavia.
Zog I di Albania Gli Zogolli erano stati tra i primi nuclei a convertirsi all'Islam, durante l'occupazione turca, ottenendo il titolo di pascià quasi ereditario, a partire dal XVII secolo, e su questo fondando il loro potere. Ahmet Zogolli fu il primo del suo clan, destinato a una carriera politica esterna ai confini del Mati. Inizialmente frequentò l'accademia militare del Liceo imperiale di Galatasaray a Costantinopoli, ma in seguito alla prima guerra balcanica del 1912, che aveva dato una precaria indipendenza del Paese, sotto l'influenza dell'Impero asburgico, si trasferì nell'Imperial regio Esercito austro-ungarico, divenendone colonnello. La dissoluzione dell'Impero asburgico, causata dalla sconfitta nella prima guerra mondiale, costrinse Ahmed al rientro in famiglia, nel 1919, dopo essersi fermato per qualche mese a Roma.
Mehdi Frashëri Nel 1903, Mehdi Frashëri sposò Nejre Biçakçiu, dalla quale ebbe quattro figli, Vehbi, Shehria, Mediha e Ragip. La famiglia della consorte era la più ricca e influente della città di Elbasan, anche se divisa in due partiti concorrenti, quello di Aqif Pasha e quello di Dervish bey. Nejre Frashëri era sorella di Dervish bey e cugina di primo grado di Ahmet bey Zogolli. Questi legami familiari furono sicuramente di aiuto a Mehdi Frashëri per la sua futura carriera politica in Albania, dato che egli, nonostante il titolo di bey, non possedeva grandi ricchezze materiali.