Top 10 similar words or synonyms for römische

NotFoundError    0.789

Top 30 analogous words or synonyms for römische

Article Example
August Wilhelm Zumpt Wilhelm Ihne incluse dei materiali lasciati da lui nel settimo e nell'ottavo volume della sua "Römische Geschichte" (1840).
Michael F. Feldkamp Feldkamp ha scritto per diverse riviste scientifiche, Festschrift e collane specializzate: "Archivum Historiae Pontificiae"; "Osnabrücker Mitteilungen"; "Quellen und Forschungen aus italienischen Archiven und Bibliotheken"; "Römische Historische Mitteilungen"; "Römische Quartalschrift für christliche Altertumskunde und Kirchengeschichte"; "Vierteljahrschrift für Sozial- und Wirtschaftsgeschichte"; "Festschrift Raymund Kottje" (1992); "Festschrift Gabriel Adriányi" (2000); "Festschrift Herman H. Schwedt" (2000); "Nordic Studies in Honour and Memory of Leonard E. Boyle" (2000); "Festschrift für Friedrich P. Kahlenberg" (2000).
Beni patrimonio dell'umanità di Treviri Il 1º ottobre 2009 venne coniata a memoria di questo riconoscimento una moneta d'oro con la scritta: "UNESCO Welterbe – Römische Baudenkmäler, Dom und Liebfrauenkirche in Trier", cioè «Patrimonio UNESCO – Monumenti romani, duomo e chiesa di Nostra Signora a Treviri.»
Theodor Mommsen A Mommsen fu assegnato nel 1902 il Premio Nobel per la Letteratura per la sua monumentale opera sulla storia di Roma "Römische Geschichte". 8 Volumes. dtv, München 2001. ISBN 3-423-59055-6
Henri Jordan Altre sue opere furono "M. Catonis praeter librum de re rustica quae extant" (Lipsia, 1860) e i "Kritische Beiträge zur Geschichte der lateinischen Sprache" (Berlino, 1879); nel 1881 curò anche l'edizione di "Römische Mythologie" di Ludwig Preller.
Tabula Clesiana Giovanni a Prato, che conosceva Giacomo Moggio, si fece consegnare la "Tabula" e la espose nel Castello del Buonconsiglio. Contattò inoltre Theodor Mommsen, professore di storia romana all'Università di Berlino e noto studioso dell'antichità classica a cui si deve uno dei saggi più autorevoli sulla "Tabula", dal titolo: "Edikt des Kaisers Claudius über das römische Burgerrecht der Anauner von J. 46 n. Chr."
Barthold Georg Niebuhr Iniziò le sue lezioni con un corso sulla storia di Roma, che formò la base del suo lavoro più grande "Römische Geschichte" (Storia Romana). I primi due volumi, basati sulle sue lezioni, furono pubblicati nel 1812, ma ricevettero poca attenzione poiché tutti gli interessi erano attratti dagli eventi politici.
Giuseppe Veltri Dal 1990 al 1996 ha collaborato ai progetti di ricerca sostenuti da Peter Schäfer e dalla Deutsche Forschungsgemeinschaft e intitolati "Magische Texte der Kairoer Geniza" e "Griechisch-römische Religion Palästinas". La tesi dottorale del 1991 si è occupata del concetto di traduzione nei contesti giudaico-ellenistici e rabbinici
Ludwig Preller Le sue opere principali sono: "Demeter u. Persephone" (1837), "Griechische Mythologie" (1854-1855) e "Römische Mythologie" (1858). Insieme a Heinrich Ritter realizzò "Historia philosophiae graecae et romanae ex fontium locis contexta" (1838), e collaborò con propri articoli alla "Allgemeine Encyklopädie" di Johann Samuel Ersch e Johann Gottfried Gruber e alla "Realencyklopädie der classischen Altertumswissenschaft" di August Pauly.
Fonte (storiografia) I confini tra fonti e letteratura secondaria possono diventare labili in alcune circostanze, ad esempio perché quale sia la fonte e quale la letteratura secondaria dipende dall'obiettivo della ricerca o dalle intenzioni del ricercatore: uno storico dell'antichità, che si interessi del sistema politico dell'antica Roma, leggerà il "Römisches Staatsrecht" di Theodor Mommsen come letteratura specialistica (è ormai datato e non rappresenta la moderna dottrina storica, ma è comunque importante letteratura secondaria); dal punto di vista di questo storico dell'antichità Mommsen è quindi un collega. Invece, se uno storico della scienza legge il "Römische Staatsrecht" perché compie una ricerca sugli scritti e il pensiero di Mommsen stesso (o in generale sulla storiografia dell'antichità del XIX secolo), egli intende il "Römische Staatsrecht" come una fonte: Mommsen diviene quindi per lo storico della scienza un oggetto di ricerca.