Top 10 similar words or synonyms for poplifugia

tieproject    0.855471

zeissia    0.854850

sortenac    0.852328

sittembri    0.851242

theraconteurs    0.850969

meškov    0.850196

stroobantia    0.848800

epyaxa    0.848452

lindemannia    0.847860

buèges    0.847740

Top 30 analogous words or synonyms for poplifugia

Article Example
Poplifugia Durante la festa la gente si radunava nella palude Caprea, nel Campo Marzio, per compiere un sacrificio; uscendo dalla città (il Campo Marzio era fuori dalle mura Serviane) la folla gridava i nomi più comuni presso i Romani come Marco, Gaio, Lucio e così via.
Poplifugia Forse la festa aveva un'origine agreste, poiché in quel periodo si compiva la mietitura, ma il legame per il momento non è chiaro.
Poplifugia Il Poplifugium, o Poplifugia, era una antica festività romana.
Poplifugia Il "Poplifugium" era celebrato il 5 luglio e commemorava la fuga dei Romani quando i Fidenati e i Ficulei li assalirono poco dopo la conquista di Roma da parte dei Galli, nel 390 a.C. Due giorni dopo si tenevano invece le "None caprotinae", che commemoravano la vittoria dei Romani sui Senoni di Brenno, una festa dedicata a Giunone Caprotina. Le due feste erano così legate tra di loro che, per Plutarco e Macrobio, che vivevano nel I e IV secolo d.C., non c'è differenza. Dionigi di Alicarnasso sostiene invece che le feste ricordavano il giorno in cui i Romani fuggirono per il panico scatenato dalla scomparsa di Romolo.
Poplifugia "Dictionary of Greek and Roman Antiquities", Albemarle Street, London. John Murray. 1890.
Caprotinia Le origini delle festività dei "Caprotinia" e dei "Poplifugia" sono doppiamente legate da Plutarco seguendo le due più comuni tradizioni; la prima sostiene che quando Romolo scomparve, il giorno in cui c'era un'assemblea alle "Palus Caprae", giunse un'improvvisa tempesta accompagnata da terribili tuoni ed altri fenomeni aerei. La gente fuggì, ma alla fine del temporale il re Romolo non fu più trovato e si sparse la voce che fosse stato assunto in cielo.
Religione romana Sulla base delle fonti classiche si è potuto individuare quali tra le numerose festività del calendario romano vedevano un'ampia partecipazione di popolo. Queste feste sono la corsa dei "Lupercalia" (15 febbraio), i "Feralia" (21 febbraio) celebrati in famiglia, i "Quirinalia" (17 febbraio) celebrati nelle curie, i "Matronalia" (1º marzo) in occasione delle quali le schiave venivano servite dalle padrone di casa, i "Liberalia" (17 marzo) spesso associata alla festa familiare della maggiore età del figlio maschio, i "Matralia" (11 giugno) con la processione delle donne, così come i "Vestalia" (9-15 giugno), i "Poplifugia" (5 luglio) festa popolare, i "Neptunalia" (23 luglio), i "Volcanalia" (23 agosto) e infine i "Saturnalia" (17 dicembre), la cui vasta partecipazione di popolo è attestata da numerose fonti.