Top 10 similar words or synonyms for leucogaster

olivaceus    0.934115

golabianca    0.932953

variegatus    0.931222

pelzeln    0.930978

brunneus    0.930105

superciliaris    0.928868

punctatus    0.928271

novaezelandiae    0.928212

pectoralis    0.927069

melanurus    0.926231

Top 30 analogous words or synonyms for leucogaster

Article Example
Sula leucogaster La sula fosca è, come gli altri uccelli della sua famiglia, un uccello marino di medie dimensioni. La lunghezza varia dai 64 centimetri ai 76 centimetri, il peso dai 700 grammi al chilo e mezzo, l'apertura alare dai 137 ai 145 centimetri a seconda della sottospecie. Le livree sono simili nei due sessi. Il dorso, la coda, la parte alta del petto, la parte superiore e i bordi inferiori delle ali e il capo sono marroni scuro, mentre il ventre e le zona centrale inferiore delle ali sono bianche. Le zampe e i piedi sono gialli nelle femmine e grigio-verdastri nei maschi, come il becco, che però tende al grigio anche nelle femmine. Le ali hanno speciali sacchi aerei che, insieme al corpo lungo e stretto, attenuano gli impatti con l'acqua. Il becco è conico, lungo e robusto, adatto ad afferrare i pesci.
Sula leucogaster L'areale della sula fosca è molto vasto, fino a 100.000 km². La si trova nelle regioni tropicali degli oceani Atlantico, Indiano e Pacifico in una fascia che comprende: Messico, California, Caraibi, le coste del Sudamerica, dell'Africa centro-occidentale e centro-orientale, Medio Oriente, India, Cina, Indocina, Indonesia, Australia e gran parte delle isole del Pacifico. Saltuariamente la si osserva anche nella Penisola Iberica e, ancora più raramente, anche in Italia.
Centropus leucogaster Questo uccello vive in Camerun, Repubblica Democratica del Congo, Costa d'Avorio, Gabon, Ghana, Guinea, Guinea-Bissau, Liberia, Niger, Nigeria, Senegal, Sierra Leone e Togo. È di passo in Mali.
Pionites leucogaster Ha la stessa taglia del "P. melanocephalus", attorno ai 23 cm, ma sembra più piccolo e slanciato per la struttura più affusolata e leggera: ha un cappuccio giallo-arancio che copre la testa e il collo, dove sommità del capo e nuca sono arancio intenso, mentre guance e collo sono gialli, dello stesso giallo del sottocoda. Il petto e il ventre sono bianchi, i calzoni, le ali e il dorso verdi. Ha anello perioftalmico rosato, iride arancio, becco rosato e zampe grigie. I soggetti immaturi hanno becco grigio, segni brunastri sul capo e i colori in generale più pallidi.
Murina leucogaster Murina leucogaster (Milne-Edwards, 1872) è un pipistrello della famiglia dei Vespertilionidi diffuso nel Subcontinente indiano e in Cina.
Murina leucogaster Pipistrello di piccole dimensioni, con la lunghezza della testa e del corpo tra 47 e 49 mm, la lunghezza dell'avambraccio tra 40 e 44 mm, la lunghezza della coda tra 35 e 40 mm, la lunghezza del piede tra 9 e 10 mm, la lunghezza delle orecchie tra 14 e 15 mm e un peso fino a 9 g.
Scotophilus leucogaster Emette ultrasuoni sotto forma di impulsi di durata intermedia a frequenza quasi costante di circa 34kHz. Tale configurazione è adatta alla predazione negli spazi aperti.
Scotophilus leucogaster Vive nelle savane, boschi e foreste ripariali, praterie, boschi di miombo e mopane e paludi, come nel delta dell'Okavango.
Scotophilus leucogaster La IUCN Red List, considerato il vasto areale e la popolazione presumibilmente numerosa, classifica "S.leucogaster" come specie a rischio minimo (LC).
Moschus leucogaster Il mosco dell'Himalaya pesa circa 11–18 kg e misura 86–100 cm di lunghezza e 50–55 cm di altezza al garrese. È ricoperto da un mantello di color marrone sabbia, mentre le natiche e gli arti sono più scuri. La parte ventrale è grigio-biancastra. Ha dorso arcuato e grandi orecchie simili a quelle di una lepre, con le quali è in grado di rilevare potenziali predatori. Malgrado entrambi i sessi siano dotati di lunghe zanne, quelle dei maschi tendono a essere più grandi, potendo raggiungere 7–10 cm. Questi canini si rompono con facilità, però hanno crescita continua. Come tutti i moschi, anche quello dell'Himalaya non ha corna, ma possiede una sacca del muschio tra i genitali e l'ombelico e una ghiandola caudale alla base della coda, impiegate per comunicare con i conspecifici: il muschio viene utilizzato per attirare le femmine durante la stagione degli amori, mentre con le secrezioni della ghiandola caudale i maschi marcano il territorio. Le femmine possiedono un unico paio di mammelle. In passato "M. leucogaster" veniva considerato appartenente alla stessa specie di "M. chrysogaster", dal momento che entrambe le specie hanno caratteristiche fisiche e stili di vita molto simili: sono infatti praticamente indistinguibili l'una dall'altra e sono state separate solamente sulla base delle proporzioni del cranio. Per distinguere le due specie, Yingxiang e Grubb (1995) hanno suggerito di tener conto della gola: mentre "M. chrysogaster" presenta su di essa diverse strisce bianche o una macchia dello stesso colore, quella di "M. leucogaster" non mostra alcun disegno particolare.