Top 10 similar words or synonyms for impugni

NotFoundError    0.789

Top 30 analogous words or synonyms for impugni

Article Example
La seduzione L'entrata in scena di Rosina, un'amica coetanea di Graziella, sconvolge nuovamente il precario equilibrio. Giuseppe tradisce madre e figlia con la nuova arrivata e tanto basta perché Caterina impugni la pistola e uccida l'antico fidanzato.
Episodi de La spada della verità (prima stagione) Ma nessuno sa che Shota non ha maledetto il re ma lo scettro reale, in modo che chi lo impugni sia maledetto e possa continuare a difendere il regno da un'invasione per l'eternità.
Regolamento di competenza (ordinamento civile italiano) Per quanto riguarda invece il Regolamento Facoltativo ai sensi dell'art. 43 c.p.c. riguarda la possibilità di impugnare il provvedimento che si pronuncia sulla competenza e anche il merito che non esclude però la possibilità di impugnare con i mezzi ordinari (nei tempi stabiliti) e purché si impugni anche il merito e non il solo provvedimento sulla competenza.
Impugnazione (ordinamento civile italiano) Impugnazione incidentale tardiva-ratio di questo istituto è costituita dall'eventualità che la parte soccombente nel affidamento che la controparte non impugni la sentenza (quindi presupposto logico è la soccombenza parziale di entrambe le parti), presti acquiescenza o lasci decorrere i termini x l'impugnazione-così viene delineato l'istituto nel comma 1 del art 334 c.p.c.
Impugnazione (ordinamento civile italiano) Nell'ipotesi in cui si impugni una sentenza, in dottrina si discute se l'impugnazione si inserisca all'interno del processo e quindi le impugnazioni siano momenti del processo medesimo, prive di una vera e propria autonomia, ovvero se invece l'impugnazione, necessitando dell'atto concludente il procedimento (la sentenza), sia consequenziale e perciò successivo al processo stesso, non potendosi inquadrare nello stesso momento giuridico. La dottrina propone inoltre la distinzione tra impugnazioni vere e proprie e mezzi di gravame.
Patente a punti Se la violazione non è rilevata dalla Polizia Municipale, ma da impianti fissi (telecamere, autovelox, ecc.) il verbale di contestazione con la sanzione pecuniaria e la detrazione dei punti sono notificati al proprietario del veicolo. Sia che paghi che impugni la multa, ovvero il proprietario sia anche il conducente del veicolo, il proprietario è tenuto comunque a dichiarare entro 60 giorni da quando è definitivo (pagamento, scadenza termini di opposizione, sentenza di rigetto dell'impugnazione, non dalla notifica che deve avvenire a sua volta entro 90 giorni dall'illecito) chi era il conducente, allegando una patente da questo firmata (anche nel caso in cui il conducente sia lo stesso proprietario del veicolo), ovvero una dichiarazione negativa per impossibilità a conoscere chi fosse all guida al momento dell'infrazione. L'opposizione alla multa non sospende l'obbligo di comunicare i dati del conducente, né il pagamento della multa è un'implicita ammissione di colpevolezza che porta la decurtazione dei punti al proprietario.
Leva (fisica) Il caso del remo di una barca è un tipo di leva che richiede particolare attenzione: va interpretata come una leva di primo o secondo tipo a seconda del momento della vogata: lo scalmo va considerato il fulcro, quando il remo è fuori dall'acqua, allora la resistenza è rappresentata dall'aria; oppure il fulcro è l'acqua e la resistenza invece è lo scalmo (ovvero, per estensione, l'inerzia della barca), quando il remo è in acqua. La potenza è rappresentata sempre dalle mani o dalla mano (a seconda di come si impugni il remo). Quindi sarà I tipo quando è fuori dall'acqua, II tipo quando è in acqua e spinge la barca. Per rendersi conto della fase in cui è II tipo si pensi al fatto che il punto dell'acqua in cui il remo fa presa resta fermo ...
Interesse ad agire Consistendo quindi l'interesse ad agire nella semplice e sola affermazione da parte del soggetto della lesione di un proprio diritto si capisce come tale condizione dell'azione sarà quasi sempre presente (come rileva la dottrina più moderna), mancando solo in ipotesi scolastiche in cui l'attore evidenzi nella sua stessa domanda l'adempimento del credito per il quale chiede la condanna del convenuto (non può egli infatti avere interesse ad agire con un'azione di condanna in ordine ad un credito che gli è già stato saldato), oppure nel caso in cui un soggetto impugni un contratto riproduttivo di un precedente accordo ormai non più contestabile. Più numerose invece sono le ipotesi di carenza dell'interesse ad agire nel campo delle azioni di accertamento, carenza che ricorrerà ogni volta in cui sia mancata e manchi una contestazione reale, attuale e concreta, da parte dell'avversario, in ordine ad un determinato diritto.
Impugnazione incidentale La "ratio" dell'impugnazione incidentale tardiva consiste nel fatto che la legge vuole consentire a chi non può impugnare la sentenza (perché soccombente su questioni di rito ma non nel merito, o perché ha prestato acquiescenza, oppure perché ha fatto decorrere i termini per l'impugnazione) di proporre a sua volta impugnazione nel caso in cui l'iniziativa sia presa da altri. Si pensi ad una parte soccombente su una sentenza non definitiva, ma vittorioso sulla definitiva: il suo interesse ad impugnare nasce solo nel momento in cui viene proposta l'impugnazione principale, formulando delle censure che, se accolte, le consentirebbero di mantenere la posizione di vantaggio assicuratagli dalla sentenza di primo grado. L'impugnazione incidentale tardiva è ipotizzabile anche in una situazione di soccombenza parziale reciproca, in cui una parte è soccombente rispetto ad una domanda, e l'altra parte rispetto ad un'altra domanda. Pensiamo al caso in cui l'attore chieda la risoluzione del contratto ed il risarcimento del danno: qualora il giudice accolga solo la domanda di risoluzione (ritenendo che l'inadempimento non abbia prodotto alcun danno), l'attore potrebbe comunque accettare la sentenza, potendo contare sul fatto che egli, anche nell'ipotesi in cui l'altra parte impugni la (parte di) decisione a sé sfavorevole in prossimità della scadenza dei termini per impugnare, potrà rimettere in discussione il capo su cui è rimasto soccombente.
Cable La squadra di Logan interviene nel bel mezzo di uno scontro tra Cable e i Reavers di Lady Deathstrike che distratta, non può evitare la fuga di Nathan. Cable si dirige quindi in Texas da Forge alla ricerca di una macchina del tempo, ma viene fermato da Alfiere, il quale dopo aver sparato a Forge, per oscuri motivi sta per uccidere la bambina, quando viene attaccato dai Marauders che riescono a prendere la piccola prima dell'arrivo degli X-Men. Cable fugge prima dell'arrivo dei mutanti, ma Alfiere convince gli altri che è stato lui a colpire Forge così Ciclope decide di mandare di nuovo X-Force alla sua ricerca. Disperato per il fallimento della sua missione, ancora nota soltanto a lui, Nathan chiede aiuto a Xavier. Riuscito a convincere l'uomo della giustezza delle sue azioni, i due partono verso l'isola Muir dove si svolge la battaglia finale fra Marauders e X-Men. Giunti sul luogo riescono ad impedire a Riptide di uccidere Wolfsbane prima di dividersi. Stesa Tempo, Cable viene contattato da Xavier riuscito ad entrare in possesso dalla bimba e quando i due stanno per partire diretti nel futuro, vengono fermati da Ciclope che dopo una breve indecisione decide di affidare la piccola nelle mani del figlio, giusto prima che Alfiere impugni una pistola e faccia fuoco su Xavier , apparentemente uccidendolo e facendo così fallire il sogno di una pacifica coesistenza fra mutanti e umani.