Top 10 similar words or synonyms for gilardino

paloschi    0.824126

malesani    0.776346

cavasin    0.767764

zaccheroni    0.764326

pirlo    0.762812

candreva    0.749567

barzagli    0.745697

bigon    0.745649

cisolla    0.726365

domenghini    0.724098

Top 30 analogous words or synonyms for gilardino

Article Example
Angelo Gilardino La sua carriera, svoltasi dal 1958 al 1981, ha fortemente influito sull'evoluzione della chitarra quale strumento protagonista nella musica del Novecento: centinaia sono le nuove composizioni dedicategli da autori di tutto il mondo, da lui presentate in prima esecuzione. Dal 1967, le Edizioni musicali Bèrben gli hanno affidato la direzione di quella che è poi divenuta la più importante collezione di musica per chitarra del Novecento, e che porta il suo nome.
Angelo Gilardino Come didatta, ha insegnato dal 1965 al 1981 al Liceo Musicale "G.B. Viotti" di Vercelli e, dal 1981 al 2004, al Conservatorio "Antonio Vivaldi" di Alessandria. Dal 1984 al 2003 ha tenuto i corsi superiori di perfezionamento dell'Accademia Superiore Internazionale di Musica "Lorenzo Perosi" di Biella.
Angelo Gilardino Non si contano le affermazioni dei suoi allievi in campo internazionale e le sue partecipazioni alle giurie dei più importanti concorsi.
Angelo Gilardino Il catalogo completo delle opere di Angelo Gilardino è consultabile nel sito ufficiale del compositore. Tra i moltissimi chitarristi che eseguono nei loro recitals e nei loro concerti le musiche di Angelo Gilardino, si segnalano alcuni nomi di interpreti che hanno registrato sue opere in CD: Cristiano Porqueddu (Brilliant Classics) e Angelo Marchese (dotGuitar) hanno effettuato la registrazione completa del ciclo dei 60 "Studi di virtuosità e di trascendenza). Un CD contenente tre dei Concerti per chitarra e orchestra di Gilardino è stato registrato (Brilliant Classics) dai chitarristi Angelo Marchese, Alberto Mesirca, Cristiano Porqueddu. Altre registrazioni significative di opere di Gilardino sono state effettuate da Luigi Attademo, Angelo Colone, Lucio Matarazzo, Christian Saggese, Giulio Tampalini, Quartetto Santorsola. Un elenco aggiornato delle registrazioni disponibili è pubblicato nel sito ufficiale del compositore.
Alberto Gilardino Il cantante Povia gli ha dedicato un album dal titolo "Centravanti di mestiere".
Alberto Gilardino È inoltre capace di dare profondità alla squadra e di tirare di prima intenzione, così come di difendersi spalle alla porta e concludere a rete. È anche abile nei colpi di testa.
Alberto Gilardino Dopo aver giocato con il Piacenza 3 partite con due reti nei turni eliminatori della Coppa Italia 2000-2001, nel settembre del 2000 Gilardino, già considerato un talento, passa al , che ne acquisisce il cartellino in comproprietà. Il giocatore firma un contratto quinquennale da 400 milioni di lire a stagione con il club scaligero, mentre al Piacenza vanno 7,5 miliardi di lire. Con il Verona il centravanti disputerà due stagioni, sotto la guida dapprima di Attilio Perotti, poi di Alberto Malesani.
Alberto Gilardino Nel girone di ritorno del campionato viene spesso lasciato in panchina dal tecnico Ancelotti, fino ad essere relegato al ruolo di terzo attaccante, dietro a Inzaghi e Pato. Più avanti descriverà gli ultimi mesi trascorsi al Milan come i peggiori della sua carriera, pur ribadendo la positività della sua esperienza a Milano e la sua stima per la società rossonera. Termina il suo triennio Milanista, ancora con 30 presenze e 7 reti in campionato.
Alberto Gilardino Nella stagione 2009-2010 in Champions League realizza ad Anfield nei minuti di recupero il gol che dà alla Fiorentina la vittoria per 2-1 sul e le permette di qualificarsi agli ottavi come prima del girone. In questa occasione raggiunge quota 10 reti in maglia viola nelle competizioni europee eguagliando il primato di Batistuta. Gilardino definirà questo gol come il più importante della sua carriera. La stagione si conclude con 4 reti in 9 partite di Champions League e 15 in campionato con 36 presenze.
Alberto Gilardino Nella stagione 2010-2011, il 27 febbraio 2011, portando in vantaggio per 1-0 la Fiorentina sul campo del Bari realizza il nono gol in campionato e il duecentesimo in carriera da professionista (138 in Serie A, 8 in Coppa Italia, 13 in Champions League, 5 in Coppa UEFA, 17 nella Nazionale maggiore, 15 nell'Under 21 e 4 nella Nazionale olimpica). Il 6 marzo 2011 va a segno in Fiorentina-Catania 3-0; è il 44º gol in Serie A con la maglia della Fiorentina, che lo porta al 10º posto tra i marcatori viola ed al 30º posto nella classifica dei cannonieri di tutti i tempi. Concluderà la Stagione con 35 presenze e 12 reti in campionato.