Top 10 similar words or synonyms for aneri

bordeu    0.463441

pratov    0.446094

cabrita    0.443919

ginell    0.443490

conacher    0.443174

aminoff    0.441915

cabanelas    0.440879

canga    0.440527

yhú    0.439881

joseito    0.438923

Top 30 analogous words or synonyms for aneri

Article Example
Atlético Clube Juventus L'Atlético Clube Juventus è stato fondato il 1º maggio 1966 da Elias Mansour Simão Filho, José Aníbal Tinôco, padre Antônio Aneri, Dinah Gadelha Dias, Valter Félix de Souza e Iolanda Souza e Silva. Il nome del club è un tributo alla Juventus dell'Italia, dopo un suggerimento da parte di padre Antônio Aneri.
Premio "È giornalismo" È stato fondato nel 1995 da Indro Montanelli, Enzo Biagi, Giorgio Bocca e Giancarlo Aneri e vanta la maggiore dotazione fra quelli attribuiti in Italia con 15.493,71 €. Nel 2013, la giuria risulta composta da Aneri (unico superstite tra i fondatori), Giulio Anselmi, Mario Calabresi, Curzio Maltese, Paolo Mieli, Gianni Riotta e Gian Antonio Stella.
Francesco Giavazzi Ha vinto, nel 2007, l'undicesima edizione del premio "È giornalismo", riconoscimento ideato e fondato da Indro Montanelli, Enzo Biagi, Giorgio Bocca e Giancarlo Aneri. Dal 2008 entra nel Consiglio di Amministrazione, come indipendente, di Autogrill SpA.
Anote Tong È stato rieletto facilmente il 17 ottobre 2007 per la seconda volta, contro tre altri candidati (Nabuti Mwemwenikarawa, Patrick Tatireta et Timon Aneri) con 15 664 voti su 24 568 (64,30%) e infine riconfermato per un terzo mandato nel gennaio 2012 con il 42,18% dei voti.
Premio "È giornalismo" Per l'anno 2009 il premio è stato assegnato ad Attilio Bolzoni, giornalista di "Repubblica". Attilio Bolzoni è stato premiato quale "miglior cronista del Sud, che ha saputo dare le migliori informazioni sulla mafia e sulla camorra" - come ha detto Giorgio Bocca. Aneri si è detto felice che il premio sia andato a "un giornalista che ha sempre seguito con scrupolo e serietà le inchieste che hanno fatto capire al lettore la gravità del fenomeno mafioso e camorristico". Nel 2010 è andato all'editorialista del "Corriere", Sergio Romano, perché, ha detto Bocca, "giornalista che parla di cose che conosce bene, soprattutto in politica estera: è indipendente, onesto e bravo". Nel 2011 il premio è stato vinto da Mario Calabresi, direttore del quotidiano "La Stampa".